Acidità

Acidità

L’acidità totale è la somma dell’acidità forte (acidi completamente dissociati) e dell’acidità debole (acidi parzialmente dissociati) e misura la capacità di un’acqua di neutralizzare le basi forti. Alti valori di acidità implicano una maggiore concentrazione di acidi, e quindi un'acqua più corrosiva. L'acidità è causata da una varietà di acidi, tra cui acidi minerali, acidi organici e anche anidride carbonica sotto forma di acido carbonico. Attualmente i nostri rifornimenti idrici stanno diventando sempre più contaminati da sostanze chimiche corrosive, provenienti da scarichi industriali e da quantità sempre crescenti di anidride carbonica nell'atmosfera. La misura dell'acidità è un mezzo essenziale per definire e controllare l'inquinamento in fognature, laghi e fiumi. In agricoltura, acquacoltura e itticoltura, il monitoraggio dell'acidità serve a verificare il mantenimento di un ambiente di crescita adeguato. L'acidità influisce anche sulla qualità del cibo e delle bevande, come vino, succhi di frutta, salse e olio d'oliva.

Il concetto di pH e acidità vengono spesso confusi, ma non sono la stessa cosa. Per determinare l'acidità è necessario titolare la soluzione con una base, ad esempio con l'idrossido di sodio, fino a un punto finale di pH. La tecnica di titolazione più comune prevede di monitorare il viraggio della fenolftaleina (indicatore acido/base aggiunto prima della titolazione) che si manifesta con la comparsa di una colorazione rosa a pH 8.2. Diverse soluzioni possono avere lo stesso valore di pH, ma diversi valori di acidità: possono cioè richiedere l'aggiunta di diverse quantità di base per raggiungere il punto finale di pH 8.2.

I primi pHmetri sono stati inventati per poter determinare l'acidità del succo di limone e di arancia. L'utilizzo di uno strumento elettronico si è reso necessario perché con la titolazione risultava difficile individuare il cambio di colore. Molti clienti continuano a utilizzare un pHmetro e una buretta graduata per eseguire questa semplice titolazione.

Oggi la tecnologia ha fatto passi da giganti e sul mercato si trovano sistemi di titolazione automatica, che dosano il titolante (base) con estrema precisione, al fine di determinare il punto finale (o un punto di equivalenza), rilevato attraverso un elettrodo pH. Hanna offre una vasta gamma di prodotti, dai kit per test chimici, ai pHmetri, ai sistemi di titolazione automatica.

Tascabili

I tester pH sono un'opzione economica per eseguire misure di acidità. Come nel caso del pHmetro, il tester pH può essere utilizzato per determinare il punto finale di una titolazione manuale di acidità.

pHmetri portatili

Offriamo un'ampia gamma di pHmetri portatili che possono essere utilizzati anche nelle titolazioni manuali per la determinazione dell'alcalinità. Questo tipo di misura richiede l'utilizzo di una buretta graduata per determinare la quantità di acido necessaria per raggiungere il punto finale di pH.

Strumenti da banco

È disponibile una vasta gamma di strumenti da banco, tra cui spiccano i modelli dotati di ampio display a colori, in grado di visualizzare i valori sotto forma di grafici in tempo reale e registrare le letture. La funzione di rappresentazione grafica è molto utile per individuare il punto di equivalenza nelle titolazioni.

Titolazione

Hanna Instruments offre un'ampia scelta di sistemi di titolazione.

I Titolatori Potenziometrici Automatici sono sicuramente gli strumenti più completi ed accurati. Sono disponibili in varie versioni, a singolo o doppio canale e in grado di supportare fino a due pompe dosatrici. Il punto di forza dei titolatori HANNA è proprio la precisione della pompa a 40.000 passi, in grado di erogare piccolissime quantità di titolante (fino a 0.125 microlitri). Alcuni modelli possono eseguire due titolazioni in sequenza, funzione molto utile in vari settori, come l'alimentare (ad esempio per la determinazione di sale e acidità).

Il mini-titolatore è un'innovazione di Hanna Instruments, pensata per offrire i vantaggi della titolazione automatica (maggiore accuratezza e semplicità di utilizzo) a tutti quei clienti abituati ad eseguire titolazioni manuali. I mini-titolatori sono dedicati a specifici parametri ed utilizzano una pompa a siringa, per dosare accuratamente il titolante. Il titolante è pre-standardizzato, quindi non sono necessarie particolari vetrerie o bilance analitiche per la preparazione del titolante.

Elettrodi pH

Sono disponibili molti elettrodi per la misura del pH, da scegliere in base alle caratteristiche del campione che si deve analizzare. I nostri mini-titolatori sono forniti con elettrodo specifico per l'applicazione. Oltre a questi, sono disponibili anche elettrodi per titolazioni non acquose.

Gli elettrodi per le titolazioni non acquose sono costruiti con materiali resistenti alle sostanze chimiche aggressive ed hanno una doppia giunzione che rende possibile sostituire l’elettrolita con una soluzione di cloruro di litio contenente lo stesso solvente utilizzato per solubilizzare il campione.

Soluzioni

Le soluzioni richieste per eseguire titolazioni di acidità includono i tamponi per la calibrazione delle sonde e le soluzioni di manutenzione, utilizzate per pulizia e conservazione.

Accessori

Tutto ciò di cui hai bisogno per far funzionare al meglio i tuoi prodotti Hanna Instrument.

Kit per analisi chimiche

Hanna offre diversi kit per l'analisi dell'alcalinità, tra cui i kit monoparametro e vari kit multiparametro pensati per la qualità dell'acqua, per le analisi ambientali, per caldaie e torri evaporative.

Spettrofotometri e Fotometri da banco

I fotometri da banco sono strumenti multiparametrici pensati per l'analisi dell'acqua in diverse applicazioni (trattamento acqua primario, acque reflue, acquacoltura, piscine e terme). Ogni fotometro da banco è pre-progammato con tutti i metodi richiesti da una specifica applicazione. Anche gli spettrofotometri sono forniti con metodi standard per l'alcalinità, ma consentono anche agli utenti di sviluppare i propri metodi personalizzati.

Reagenti

I reagenti includono i reagenti utilizzati con i kit di test chimici, i Checker HC e i fotometri. In questa categoria sono inclusi anche i titolanti e le soluzioni per la titolazione. Tutti i titolanti sono pre-standardizzati e sigillati per garantire che le caratteristiche chimiche della soluzione non degradino nel tempo.