Colore

Colore

I prodotti per la misura del colore possono essere suddivisi in quelli per l'acqua e quelli per la classificazione del colore dello sciroppo d'acero e del miele.

Colore dell'acqua

Nelle applicazioni che riguardano il trattamento acque primario (l'acqua potabile) e secondario (acque reflue urbane), il colore dell'acqua può essere un indicatore della presenza di materiale indesiderato, sia inorganico che organico; un'acqua incolore risulta più adatta per applicazioni generali e industriali. Il colore è misurato in unità di platino-cobalto (PCU).

Nei metodi analici per le acque, si distingue da "colore vero" e "colore apparente". Il termine "colore apparente" comprende sia la colorazione causata dalle sostanze disciolte, sia quella dovuta ai solidi in sospensione. Il termine "colore vero" invece considera solo i solidi disciolti (dovuti a ioni metallici, sostanze organiche e scarichi industriali), presuppone cioè che dall'acqua siano state rimosse le sostanze in sospensione che causano la torbidità.

Il "colore apparente" è determinato sul campione originale senza filtrazione o centrifugazione. In alcune acque reflue industriali molto colorate, il colore è conferito principalmente da materiale colloidale o sospeso. In questi casi, è necessario determinare sia il colore reale che il colore apparente. Per determinare il "colore vero", la torbidità deve essere rimossa prima dell'analisi.

LIMITI DI LEGGE

L'AWWA (American Water Works Association) consiglia ≤ 15 PCU. La legislazione italiana per le acque destinate al consumo umano indica che il colore deve essere "Accettabile per i consumatori senza variazioni anomale" (D. Lgs del 02/02/2001 n. 31, attuazione della direttiva 98/83/CE). Inoltre in base al D. Lgs n. 152 del 03/04/06, negli scarichi in acque superficiali il colore deve essere "non percettibile con diluizione 1:20", mentre in rete fognaria deve essere "non percettibile con diluizione 1:40".

Checker HC - Colorimetri tascabili

I Checker HC sono fotometri tascabili: strumenti elettronici che rilevano la concentrazione di un parametro, basandosi sul cambiamento di colore del campione. Il principio di funzionamento si basa sulla Legge di Beer-Lambert. Lo strumento elettronico assicura una rilevazione molto più accurata rispetto all'interpretazione visiva soggettiva, tipica dei test kit. I Checker HC sono disponibili sia per il colore dell'acqua, sia per la classificazione dello sciroppo d'acero in base al colore.

Fotometri portatili

Sono disponibili fotometri portatili per misurare il colore dell'acqua e la classificazione del miele. Il fotometro portatile per il colore dell'acqua dispone di una funzione CAL Check che consente la verifica delle prestazioni e, se necessario, la ricalibrazione utilizzando gli standard CAL Check. Questo strumento è disponibile in versione semplice (solo strumento) o kit (che include una robusta valigetta e gli standard CAL Check).

Fotometri da banco

I fotometri da banco sono strumenti multiparametrici pensati per l'analisi dell'acqua in diverse applicazioni. Ogni fotometro da banco è pre-progammato con tutti i metodi richiesti da una specifica applicazione. Tutti i fotometri da banco hanno un ingresso per elettrodo pH digitale che trasforma lo strumento in un pHmetro. Tutti i fotometri da banco possono visualizzare i risultati in più forme chimiche.

Spettrofotometro

Lo spettrofotometro di HANNA è fornito con metodi pre-programmati per la determinazione del colore dell'acqua e per la classificazione dello sciroppo d'acero. Oltre a questi, sono disponibili anche molti altri parametri chiave per la qualità dell'acqua. Lo spettrofotometro offre la massima precisione grazie all'alta qualità del sistema ottico, che assicura un'accuratezza della lunghezza d'onda di ±1.5 nm. Lo spettrofotometro consente di creare anche metodi personalizzati.

Accessori

Gli accessori includono cuvette di ricambio e tappi per fotometri. Sono disponibili anche soluzioni per la pulizia delle cuvette e panni in microfibra.