Home > Alimenti > Carni e salumi

Strumenti e termometri per carni e salumi

Il monitoraggio di carni e salumi è fondamentale in tutte le fasi della filiera produttiva: dall’acquisizione e stoccaggio delle materie prime, alla lavorazione, alla conservazione e stoccaggio, fino al trasporto e distribuzione e alla vendita al dettaglio. In tutte le fasi della filiera, il controllo di pH e temperatura è di primaria importanza per la sicurezza alimentare e la qualità sia in ambito industriale che per le macellerie. Dal macellaio al responsabile di produzione: tutti gli operatori del settore delle carni e dei salumi, così come i laboratori esterni, possono trarre vantaggio dagli strumenti pratici, durevoli e semplici da utilizzare offerti da Hanna Instruments®. Tra questi strumenti si ricordano: pHmetri, elettrodi, termometri, il titolatore Karl Fischer per l’analisi del contenuto d’acqua nel campione, ma anche spettrofotometri per l’analisi delle acque di scarico, indispensabili per tutte le aziende e gli impianti industriali con depuratore.

Filtra prodotti

L’importanza dei controlli sulla carne nella prevenzione delle contaminazioni

I nostri prodotti consentono di effettuare controlli sulla carne per la prevenzione delle contaminazioni per la sicurezza alimentare dei consumatori. Ad esempio, alla ricezione delle materie prime è necessario un controllo accurato sullo stato igienico e qualitativo della merce. Successivamente se le carni vengono tenute per più giorni a temperatura di refrigerazione (+4°C), viene impedita la moltiplicazione dei germi. La carne, inoltre, si presta a molte preparazioni a scopo principalmente conservativo.

In queste fasi di acquisizione, stoccaggio, lavorazione, conservazione, trasporto, distribuzione e vendita al dettaglio, il pH è rilevante per le carni conservate in ambienti refrigerati, perché consente di controllare che non ci siano contaminazioni dovute a perdite di ammoniaca dei circuiti refrigeranti.

Anche monitorare la temperatura della carne è fondamentale per un controllo di qualità e di sicurezza alimentare. La temperatura di stoccaggio della carne deve essere mantenuta al di sotto di limiti opportuni, a seconda che la carne sia fresca o congelata.

Inoltre, il monitoraggio preciso di temperatura e pH è rilevante anche per la maggior parte dei salumi, da distinguere in insaccati (freschi, stagionati e cotti) e non insaccati (stagionati e cotti).


 


 

Come fare analisi sulle carni congelate?

Per eseguire l’analisi sulle carni congelate è necessario

  1. raccogliere un campione,
  2. scongelare il campione,
  3. preparare il campione,
  4. procedere all’analisi desiderata.

L’analisi sulle carni scongelate può essere eseguita con termometri, pHmetri dotati di apposito elettrodo idoneo (con lama in acciaio), titolatore Karl Fischer per il contenuto d’acqua.

cartmagnifiercrosschevron-right-circle