Home > Acque > Acque potabili

Strumenti per l’analisi delle acque potabili

L'acqua potabile, o acqua destinata al consumo umano, è una risorsa naturale primaria per la sopravvivenza degli esseri umani. I laboratori specializzati, gli enti di controllo, i gestori acque e gli acquedotti effettuano analisi precise sulle acque potabili al fine di monitorare gli standard di potabilità e valutare l’eventuale presenza di contaminanti. I principali parametri dell’acqua potabile oggetto di analisi chimica sono: pH, Conducibilità Elettrica, Durezza totale, Residuo Fisso, Temperatura, Ossigeno Disciolto, Azoto ammoniacale, Nitriti, Nitrati, Cloro, Cloruri, Fluoruri, Solfati, Cromo, Ferro, Manganese, Rame.

Acqua potabile

Prodotti per le analisi acque potabili

Filtra prodotti

L’importanza dell’analisi delle acque potabili per la sicurezza e la salute

L’acqua potabile deve essere limpida, inodore, incolore, insapore e soprattutto priva microrganismi patogeni e sostanze chimiche nocive per l'uomo. Per questo motivo, l'acqua è sottoposta a processi di potabilizzazione che consentono di migliorarne le proprietà e di preservarne le condizioni igieniche.

Tra questi processi, il principale è sicuramente la disinfezione attraverso l'utilizzo del cloro, affiancato al controllo del pH e della durezza dell’acqua potabile per prevenire incrostazioni delle tubature e conseguente rilascio di sostanze metalliche.

Il D.Lgs. 31/2001 (e successive modificazioni) definisce le acque destinate al consumo umano:
a) Acque "fornite al consumo": «Le acque trattate o non trattate, destinate ad uso potabile, per la preparazione di cibi e bevande, o per altri usi domestici, a prescindere dalla loro origine, siano esse fornite tramite una rete di distribuzione, mediante cisterne, in bottiglie o in contenitori».
b) Acque "utilizzate dalle industrie alimentari" nella fabbricazione, trattamento e conservazione degli alimenti: «Le acque utilizzate in un'impresa alimentare per la fabbricazione, il trattamento, la conservazione o l'immissione sul mercato di prodotti o di sostanze destinate al consumo umano, escluse quelle, individuate ai sensi dell'articolo 11, comma 1, lettera e), la cui qualità non può avere conseguenze sulla salubrità del prodotto alimentare finale.»

Sia nel caso di acque fornite al consumo che di acque utilizzate dalle industrie alimentari, è fondamentale procedere all’analisi chimica dell’acqua potabile, per monitorarne i parametri e consentire la sicurezza della potabilità stessa.


 


 

Gli strumenti utilizzati per l’analisi delle acque potabili

I principali strumenti utilizzati nelle analisi delle acque potabili sono gli:


 


 

I vantaggi di scegliere i nostri prodotti di analisi delle acque potabili

Gli strumenti Hanna Instruments® sono progettati per effettuare analisi chimiche dell’acqua e rilevare livelli potenzialmente nocivi di sostanze rispetto ai limiti per le acque potabili stabiliti dalla legge. Gli strumenti Hanna Instruments sono studiati con l’obiettivo di semplificare l’analisi dell’acqua potabile con risultati precisi e affidabili, in modo pratico.


 


 

Quali analisi chimiche fare all’acqua potabile?

Le analisi chimiche più importanti da fare nell’acqua potabile sono:


 


 

Quali sono le analisi dei parametri organolettici e visivi dell’acqua potabile?

Parametri visivi, quali torbidità e colore, e organolettici, quali sapore, devono semplicemente rispondere ai requisiti di “accettabilità per i consumatori senza variazioni anomale”.


 


 

Come fare l’analisi dell’acqua potabile?

L’analisi dell’acqua potabile comincia dal corretto campionamento dell’acqua da analizzare, che deve essere effettuato da un tecnico. Il laboratorio riceve il campione ed effettua analisi di parametri organolettici, parametri chimico-fisici e parametri microbiologici.


 


 

Quali sono i parametri microbiologici dell’acqua potabile?

I parametri microbiologici da monitorare, secondo indicazioni del Ministero della Salute, si dividono tra: enterococchi e escherichia coli.
Per approfondimenti sui parametri microbiologici: Link al sito del Ministero della Salute.


 


 

Quali sono le analisi obbligatorie per le acque potabili?

Le seguenti normative di riferimento forniscono informazioni sulle analisi obbligatorie per le acque potabili:
• D.Lgs. 31/2001
• Direttiva Europea 98/83/CE
• D.Lgs. 27/2002 (modifiche e integrazioni al D.Lgs. 31/2001)
• Decreto del Presidente della Repubblica 236/1988


 


 

Come fare l’analisi dell’acqua potabile?

L’analisi dell’acqua potabile solitamente viene effettuata in laboratorio, utilizzando strumentazione da banco (spettrofotometri, pHmetri, conduttivimetri, titolatori e turbidimetri). Molti parametri possono anche essere misurati sul campo, utilizzando strumenti portatili, come le multiparametriche, o strumenti portatili monoparametro (pHmetri, conduttivimetri, ossimetri, turbidimetri, fotometri e termometri).

cartmagnifiercrosschevron-right-circle