Home > pHmetro per bagni galvanici: guida alla scelta

pHmetro per bagni galvanici

Guida alla scelta del pHmetro

In questo articolo ti guideremo alla scelta del pHmetro più idoneo alle tue esigenze di utilizzo.

pHmetri per bagni galvanici

pHmetro per bagni galvanici: perché serve?

 

Monitorare il pH è fondamentale durante tutto il processo, per l'ottimale riuscita del trattamento, ed è obbligatorio controllarlo in fase di depurazione delle acque di scarico, secondo quanto prescritto dall'apposita normativa.

La misura del pH in galvanica è però complicata dalla presenza di correnti parassite, che possono alterare i valori letti. Per questo HANNA ha sviluppato un apposito elettrodo pH in grado di eliminare le interferenze delle correnti parassite.

pHmetri per bagni galvanici

Il modello HI99131 è stato progettato appositamente per misure di pH dirette nei bagni galvanici. È dotato di un apposito elettrodo pH con corpo rivestito in titanio, che svolge la funzione di matching pin, eliminando le interferenze dovute a correnti parassite.

I modelli HI98191 (portatile) e HI5222 (da banco) sono invece consigliati a chi ha necessità di misurare anche i Fluoruri (aggiungendo apposito elettrodo ISE).

Importanza della misura di pH nei trattamenti galvanici

analisi del pH nei processi galvanici

Esempio di un bagno galvanico

Misura diretta del pH degli alimenti

Misura diretta del pH negli alimenti

Quasi tutti i bagni galvanici variano i parametri di deposizione al variare del pH ed è quindi indispensabile mantenere costante questa grandezza se si vogliono avere risultati di buona qualità e costanti nel tempo. I valori di pH di riferimento variano a seconda del tipo di trattamento e della fase del processo. Alcuni esempi:

  • L’elettrodeposizione di oro avviene principalmente in bagni d’ oro cianidrici sia per usi tecnici che decorativi, questi bagni di doratura galvanica si dividono in tre classi a seconda del valore del pH:
    • Bagni d’oro alcalini, con pH intorno a 11
    • Bagni d’oro neutri, con pH compreso tra un valore di 6 e 8
    • Bagni d’oro acidi, con un pH intorno a 5
  • Nichelatura: per la riduzione di nichel in soluzione acida, è consigliato un intervallo di pH tra 4.5 e 5.5, scelto considerando la parziale insolubilità del nichel fosfito, funzione inversa sia della temperatura che del pH del bagno.
Bagno galvanico con operatore
Bagno galvanico con operatore

Quasi tutti i bagni galvanici variano i parametri di deposizione al variare del pH ed è quindi particolarmente importante mantenere costante questa grandezza se si vogliono avere risultati di buona qualità e costanti nel tempo.

Come aggiustare il pH nei trattamenti galvanici

Per aggiustare il pH nel contesto dei bagni galvanici è fondamentale l’utilizzo di strumenti di analisi chimica di precisione ed affidabili, il pHmetro si rivela un alleato fondamentale.

pHmetro per galvanica: il segreto è nell'elettrodo!

Hanna è l'unica azienda che utilizza la tecnica di soffiaggio del vetro, appresa dai maestri artigiani dell'Istituto Sperimentale del vetro di Murano (Venezia), per realizzare elettrodi pH.

Ogni anno continuiamo ad espandere e personalizzare la nostra linea di elettrodi, ponendo estrema attenzione nella progettazione e nello studio dell’applicazione, che viene condotto assieme ai nostri clienti, sulla base dei loro suggerimenti e consigli. Giunzione, setto poroso, tipo di vetro, corpo, punta: ogni singola parte dei nostri elettrodi è stata pensata per massimizzare precisione e performance per la specifica applicazione per cui l’elettrodo è realizzato.

Particolare della punta di un elettrodo pH per bagni galvanici

Elettrodo pH con corpo in titanio per bagni galvanici

Particolare della punta di un elettrodo pH per bagni galvanici

Particolare della punta di un elettrodo pH per alimenti

Elettrodo pH progettato appositamente per misure nei trattamenti galvanici

  • Corpo in titanio
    • Corpo dell’elettrodo rivestito in titanio, che funge da matching pin, come prevenzione di errori di misura dovuti a correnti parassite. In questo modo si hanno letture più stabili e precise.
    • Massima protezione e resistenza, per l’uso in ambienti difficili.
  • Punta piatta
    • La punta piatta evita l’accumulo di depositi e facilita la pulizia.
  • Giunzione in PFTE
    • Il PTFE (politetrafluoroetilene) è un materiale idrorepellente, ideale per applicazioni industriali.
    • Elettrolita in polimero.
  • Sensore di temperatura incorporato
    • Il sensore di temperatura interno è posizionato nella punta, vicino all’elettrodo di misura.
    • Compensazione di temperatura automatica.
cartmagnifiercrosschevron-right-circle